Fagottini di pollo con ciauscolo e verza e Crema di zucca

Servo i fagottini di pollo con la crema di zucca ornata di rosmarino

Fagottini di pollo: quando ho visto, in un programma televisivo con Antonella Clerici, che lo chef aggiungeva della mostarda di frutta al ciauscolo adoperato come ripieno, mi è tornata alla mente un’altra ricetta che non prevede proprio la mostarda, bensì una semplice foglia di verza.

Il procedimento per farcire i fagottini di pollo rimane il medesimo e anche la doppia cottura: in padella e poi un’ultima ripassata al forno. Ingredienti e procedura sono semplici e di poca difficoltà, l’unica abilità consiste nel chiudere i fagottini di pollo con lo spago da cucina senza romperli.

 

Fagottini di pollo con crema di zucca, gli ingredienti

Petti di pollo
Verza
Ciauscolo
Zucca gialla
Patate
Cipolla
Rosmarino
Olio extravergine di oliva
Brodo vegetale
Panna liquida fresca
Sale
Pepe

 

Fagottini di pollo con crema di zucca, la preparazione

La prima cosa da fare in questa preparazione per i fagottini di pollo è sistemare in modo ordinato i vari ingredienti che dovrai usare. Sbuccia e metti a bollire le patate, una volta cotte toglile dall’acqua bollente: adesso puoi metterci le foglie di verza che avrai lavato per bene.

Togli anche le foglie di verza e mettile da una parte. Pulisci la zucca gialla e tagliala a dadini.

Compiute queste facili operazioni preparatorie, ora puoi dedicarti alla farcitura della carne per ottenere saporiti fagottini di pollo.

Stendi i petti di pollo: io ho adoperato sia alcuni filetti di petto, quindi abbastanza piccoli e scomodi da riempire e chiudere, sia delle fette più grandi che sono invece perfette per questo tipo di ricetta.

 

Per la crema di zucca

 

Fagottini di pollo con crema di zucca, abbinare il vino

Con questa ricetta mi avevano consigliato un bel Lambrusco e sicuramente è un vino che si può abbinare bene anche con la zucca, vegetale non sempre facile da accostare a un vino.
Un altro consiglio è stato di accompagnare il piatto con un bianco raffinato come il Fiano di Avellino. In realtà a casa non avevo né il Lambrusco né il Fiano, quindi ho fatto di necessità virtù e ho servito in tavola un Verdicchio di Matelica, dell’Azienda Belisario, disponibile, tra l’altro, anche su Amazon a un prezzo per niente male.

 


 

TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *