Citazioni cibo e vino

Citazioni cibo e vino, dal fascino delle parole a quello dei piatti. Quando prepariamo una cena particolare, può essere divertente accompagnare i piatti con alcune citazioni sul cibo: citazioni letterarie, frasi di un film o di una canzone, proverbi, detti memorabili di un qualche personaggio storico.

Possono essere stampate su biglietti da lasciare nel posto di ogni commensale e la fantasia farà il resto per quel che riguarda come scriverli, se a mano o al computer, su quale carta stamparli, se consegnarli a mano o lasciarli sulla tavola…

Ecco una serie di citazioni cibo e vino:

 

Citazioni sul ciboUn gourmet che pensa alle calorie è come una puttana che guardi l’orologio.
(James Beard, cuoco, scrittore, personaggio tv statunitense, 1903-1985)


Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto.
(Anthelme Brillat-Savarin, gastronomo e politico francese, 1755-1826, Fonte: “Fisiologia del gusto”, 1825)


Una donna che sa fare la pasta a regola d’arte ha un prestigio che resiste anche oggi a qualsiasi altro richiamo dei tempi.
(Sophia Loren, attrice italiana, 1934-, Fonte: “In cucina con amore”, Rizzoli, 1971)


Cucinare è come amare… o ci si abbandona completamente o si rinuncia.
(Harriet Van Horne, editorialista e scrittrice statunitense, 1920-1998)


Il mondo ipocrita non vuol dare importanza al mangiare; ma poi non si fa festa, civile o religiosa, che non si distenda la tovaglia e non si cerchi di pappare del meglio.
(Pellegrino Artusi, scrittore e gastronomo italiano, 1820-1911. Fonte: La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene, 1891)


Non si dovrebbe ritornare al cibo altro che quando lo stomaco chiama con insistenza soccorso.
(Pellegrino Artusi, scrittore e gastronomo italiano, 1820-1911. Fonte: La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene, 1891)


Ricordate il miracolo delle nozze di Cana? A un certo punto il vino viene a mancare e la festa sembra rovinata. Immaginate di finire la festa bevendo tè! No, non va! Senza vino non c’è festa!
(Jorge Mario Bergoglio, ecclesiastico cattolico argentino, Papa Francesco, 1936- Fonte: “Discorso ai fidanzati che si preparano al matrimonio”, 14 febbraio 2014)


Il mio animale preferito è la bistecca.
(Fran Lebowitz, scrittrice e autrice statunitense, 1950-)


ll fascino di un corpo di donna che infiamma i sensi è come l’odore della cucina, eccitante quando si ha fame, ripugnante quando si è sazi.
(M. Ageev, Scrittore russo,  Fonte: Romanzo con cocaina, Parigi, 1934)


Non conosco nulla che vellichi così voluttuosamente lo stomaco e la testa quanto i vapori di quei piatti saporiti che vanno ad accarezzare la mente preparandola alla lussuria.
(Donatien-Alphonse-François de Sade, 1740-1840, scrittore libertino francese)


L’uomo mangia anche con gli occhi, specie se la cameriera è carina.
(Ugo Tognazzi, attore, regista e gastronomo italiano, 1922-1990)


La prima legge della dietetica: se ha un buon sapore, non è per te.
(Isaac Asimov, scrittore e biochimico sovietico naturalizzato statunitense, 1920-1992)


Avete presente quante vite può avere un arrosto? Basta un profumo a cambiarne la sorte?
(Gualtiero Marchesi, cuoco e ristoratore italiano, 1930)


La vita è una combinazione di magia e pasta.
(Federico Fellini, regista e scrittore italiano, 1920-1993)


Sono le cose più semplici a darmi delle idee.
Un piatto in cui un contadino mangia la sua minestra, l’amo molto di più dei piatti ridicolmente preziosi dei ricchi.
(Joan Miró, pittore e scultore spagnolo, 1893- 1983)


In un cattivo sogno udii un savio che mi disse:
“Dal sonno non fiorì mai ad alcuno il fiore della gioia!
Perché mai fare una cosa così somigliante alla morte?
Bevi vino, ché tempo di dormire avrai, lungo, sottoterra”.
Omar Khayyam, poeta persiano, 1048 circa – 1131)


Il solo momento buono per consumare cibi dietetici è mentre si aspetta che la bistecca sia cotta
(Julia Child, 1912-2004, USA, Cuoca, scrittrice e personaggio tv)


L’unico modo di mangiare bene in Inghilterra è consumare un abbondante breakfast tre volte al giorno.
(William Somerset Maugham, scrittore e commediografo britannico, 1874- 1965)


Il vino è il più certo, e (senza paragone) il più efficace consolatore.
(Giacomo Leopardi, 1798 – 1837)


Bevi il vino poiché la coppa è il volto dell’amico.
(Maḥmūd Shabistarī, poeta persiano, XIV secolo)


“Hai mai preso una posizione seria nella vita?”
“Sì, da piccolo rifiutai degli spinaci”
(Woody Allen, Fonte: “Il dormiglione”, 1973)


Verrò, ma deve essere una cena seria. Odio le persone che prendono i pasti alla leggera.
(Oscar Wilde, scrittore, poeta, drammaturgo irlandese, 1854-1900)


A tavola perdonerei chiunque. Anche i miei parenti.
(Oscar Wilde, scrittore, poeta, drammaturgo irlandese, 1854-1900)


Non riesco a sopportare quelli che non prendono seriamente il cibo.
(Oscar Wilde, scrittore, poeta, drammaturgo irlandese, 1854-1900)


La salute non ha mai prodotto niente. L’infelicità è un dono. Io mangio solo per nutrire il dolore. La preparazione alla morte dura una vita intera.
(Alda Merini)


Non mangio mai ostriche. Il cibo mi piace morto. Non malato, né ferito, morto.
(Woody Allen)


L’appetito vien mangiando, diceva Angest di Mans, ma la sete se ne va bevendo.
(François Rabelais)


Non si sa di nessuno che sia riuscito a sedurre con ciò che aveva offerto da mangiare, ma esiste un lungo elenco di coloro che hanno sedotto spiegando quello che si stava per mangiare.
(Manuel Vàzquez Montalbàn)


Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare.
(George Bernard Shaw)


Non c’è amore più sincero che l’amore per il cibo.
(George Bernard Shaw)


Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene.
(Virginia Wolf)


Tutta la storia umana attesta che la felicità dell’uomo, peccatore affamato, da quando Eva mangiò il pomo, dipende molto dal pranzo.
(Lord George G. Byron)


Ecco il problema di chi beve, pensai versandomene un altro: se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare; se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare; se non succede niente si beve per far succedere qualcosa.
(Charles Bukowski)


Prima tu prendi un drink, poi il drink ne prende un altro, e infine il drink prende te.
(Francis Scott Fitzgerald)


Il vino è la poesia della terra.
(Mario Soldati)


Tutti gli uomini sono dei mostri; non c’è altro da fare che cibarli bene: un buon cuoco fa miracoli.
(Oscar Wilde, scrittore, poeta, drammaturgo irlandese, 1854-1900)


Quando io morirò, tu portami il caffè, e vedrai che io resuscito come Lazzaro.
(Eduardo De Filippo alla domestica nel film “Fantasmi a Roma“, 1961)


Si dice che l’appetito vien mangiando, ma in realtà viene a star digiuni.
(Totò nel film “Totò al Giro d’Italia“, 1948)


TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *