Torta salata farcita, ricetta con fontina e prosciutto

Torta salata farcita

Torta salata farcita: anche questa torta nasce da esigenze di frigo, in questo caso sono partita da uno spicchio di fontina valdostana e qualche fetta di prosciutto crudo saporito che avevo e dall’idea di unire delle verdure. Ho scelto un misto di spinaci, bietole, scarola e verza che trovo già pronto al supermercato, nel banco frigo. Ho aggiunto la pasta sfoglia pronta ed ecco cosa è venuto fuori.


Torta salata farcita, gli ingredienti

500 grammi di Verdure miste da cuocere (il peso si riferisce al prodotto fresco, lavato e pulito)
2 confezioni di Pasta sfoglia arrotolata pronta (nel banco frigo al supermercato)
uno spicchio di Fontina Valdostana (più o meno 150 gr.)
3 o 4 fette di Prosciutto crudo saporito o Speck
1 uovo
Sale
Pepe q.b.

 

Torta salata farcita, la preparazione

La prima cosa da fare è cuocere la verdura: io non la lesso immersa nell’acqua ma uso una padella tipo wok, metto la verdura tagliata grossolanamente e un paio di bicchieri di acqua fredda, chiudo col coperchio e lascio stufare a fuoco basso per una decina di minuti. Confesso di aver imparato il metodo qualche anno fa da “La prova del cuoco”, funziona benissimo perché si risparmia sia tempo che acqua!

Una volta cotta, scolo la verdura, la lascio raffreddare, la strizzo, la trito un po’ sul tagliere col coltello e la ripasso in padella con uno spicchio d’aglio (che poi toglierò), un filo d’olio, sale e pepe (attenzione a non esagerare perché c’è il prosciutto che è già saporito).

Taglio la fontina e il prosciutto a piccoli cubetti e aggiungo il tutto alle verdure, una volta raffreddate. Unisco anche un uovo intero leggermente sbattuto che mi serve per legare il composto.

Accendo il forno e srotolo in una teglia la pasta sfoglia usando come base direttamente la carta da forno in cui è avvolta, la riempio col composto di verdure e chiudo con l’altro rotolo, pressando bene i bordi.

Bucherello la superficie della pasta con una forchetta per evitare che gonfi e inforno a 200 gradi per 30 minuti. E’ buona tiepida ma anche fredda, da preparare prima per una scampagnata.

 

Torta salata farcita, abbinare il vino

Il vino che posso abbinarci dipende anche dall’orario in cui consumerò la mia torta salata farcita. Se è un aperitivo disimpegnato e amichevole, andrà benissimo anche un bollicine, ad esempio un Franciacorta come il Berlucchi Cuvee Imperiale.

Se mettessi in tavola la torta salata farcita come antipasto, potrei aprire una bottiglia di rosè che si sposerebbe bene col prosciutto oppure un vino bianco fermo. Per rimanere in terra di Toscana, si potrebbe provare un vino non troppo strutturato come il Pomino Bianco: forse non è immediatamente abbinabile alla torta salata, ma il risultato potrà sorprendere.

 

Torta salata farcita, guarda e assaggia

 


TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *