Uova occhio di bue: come mantenere morbido il tuorlo

uova occhio di bue

Uova occhio di bue? Un piatto facile, veloce, economico e gustoso, ma c’è un trucco che dovresti conoscere per renderlo davvero superlativo.

Uova occhio di bue: qual è il segreto?

Qual è il segreto di uova occhio di bue appena decenti e uova occhio di bue davvero buone, da leccarsi i baffi? Il segreto è sicuramente la morbidezza, la cremosità del rosso dell’uovo. Infatti, mentre il bianco (albume) deve essere ben cotto e deve rapprendersi, il rosso (tuorlo) deve rimanere morbido, un po’ liquido, cremoso.

Le uova occhio di bue preparate alla perfezione possono essere adoperate sopra una fetta di pane abbrustolito, possono essere impiegate con il bacon per un’ottima colazione all’inglese oppure può essere gustato così com’è.

Molti hanno pregiudizi sul consumo di uova, certo, non bisogna esagerare, ma un moderato consumo di questo alimento non fa male e anche a proposito del colesterolo è bene sapere che il tuorlo ne contiene, ma l’albume ne è privo.

Allora, tornando al nostro obbiettivo: devi preparare delle uova occhio di bue e vorresti mantenere bello morbido il rosso? Il piccolo trucco è davvero semplice e alla portata di tutti. Prima di tutto assicurati di avere uova extra fresche: il costo delle uova è così basso che conviene avere la massima qualità.

Uova occhio di bue: come procedere

La prima cosa che devi fare è rompere il guscio in due parti uguali: da una parte dovrai conservare il tuorlo dell’uovo (il rosso), dall’altra l’albume (il bianco).

Nella padella antiaderente, appena unta da un filo d’olio extravergine d’oliva, versa l’albume e lascialo rapprendere a fuoco basso.

Solo quando il bianco sarà cotto e avrà i bordi leggermente dorati, fai scivolare il tuorlo nella padella, possibilmente sopra il bianco e facendo attenzione che non si rompa.

Copri subito la pentola antiaderente con un coperchio e lascia stufare le uova un minuto o due al massimo. E’ tutto: vedrai che il risultato sarà più che soddisfacente.

TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *