Spezzatino con le patate, ricetta facile e veloce

Spezzatino con le patate, ricette veloci,ricette facili, ricette fanesi, consigli in cucina, trucchi in cucina, ricette tradizionali, ricettario, ricette carne, ricette pesce, ricette vegetariane, ricette facili, cucina marchigiana, libri enogastronomia

Spezzatino con le patate: uno di quei secondi che si preparano facilmente, non è certo un piatto da cucina creativa, ma da sana e buona tradizione domestica. Con i miei tre figli, preparare un piatto abbastanza veloce che mettesse insieme carne e verdure, è stato spesso risolutivo!

Spezzatino con le patate: Ingredienti

300-400 gr. Bocconcini di vitello
4 Salsicce di maiale
Patate tagliate a tocchi medio-grandi
Cipolla
Carota
Sedano
Maggiorana
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe
Conserva di pomodoro

 

Spezzatino con le patate: Preparazione

Preparo un battuto tagliato grossolanamente di cipolla e lo ripongo in una casseruola dove avrò già versato l’olio. A fuoco basso, attendo che la cipolla si appassisca appena, a questo punto aggiungo carote e sedano affettati, i bocconcini di carne e le salsicce precedentemente tagliate a tocchi grossi (ogni salsiccia la divido in tre), sale, pepe e una abbondante manciata di foglioline fresche di maggiorana.

Lascio rosolare a lungo, lentamente, a casseruola chiusa con il coperchio, poi quando la carne mi sembra ben rosolata, aggiungo la conserva di pomodoro diluita in acqua, mescolo ed alzo leggermente la fiamma.

A cottura avanzata, con la carne quasi pronta ma non ancora morbida, aggiungo le patate e proseguo la cottura che sarà completata quando le patate saranno ben cotte. Assaggio per controllare se la preparazione manchi di sale, poi impiatto, magari ravvivando ogni porzione con un rametto di profumata maggiorana.

 

Spezzatino con le patate: curiosità e Consigli

Le patate con i germogli vanno consumate? No, perché contengono una percentuale troppo alta di solanina, un veleno -presente anche nelle melanzane, nei pomodori, nei peperoni- Per lo stesso motivo, cioè per la presenza di solanina, non vanno consumate crude. La cottura, invece. le rende assolutamente sicure, commestibili e buone!

Per non farle germogliare è importante come conserviamo le nostre patate. La temperatura corretta dovrebbe essere tra 6 e 15 gradi, quindi escludiamo di lasciarle per tanti giorni in frigorifero e anche di riporle in terrazzo sotto il sole. L’ideale sarebbe avere una cantina, ma non tutti ne posseggono una, quindi il mio consiglio è di lasciarle in cucina, coperte da un panno, perché la luce le può far ammuffire o diventare verdi.

TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *