Spaghetti alle vongole, ricetta classica

Spaghetti alle vongole

Spaghetti alle vongole: è il piatto forse più noto fra quelli della tradizione gastronomica italiana. Arriva dalla cucina napoletana, ma è diventato nazionale e uno di quelli che non mancano mai nei menù dei ristoranti.

 

Spaghetti alle vongole, gli ingredienti

Per 4 persone

400 gr. Spaghetti

1,5 kg. di Vongole

3 spicchi d’Aglio

Prezzemolo fresco

Olio extravergine di Oliva

Peperoncino rosso

Vino bianco

Sale

 

Spaghetti alle vongole, pulire e aprire i molluschi

Pulire le vongole è un’operazione fondamentale, perché i molluschi che andrai ad usare dovranno essere privi di sabbia. Anche solo pochi granellini possono rovinare un piatto meraviglioso come gli spaghetti alle vongole!

Quindi, ti consiglio di leggere il post dedicato alla pulizia delle vongole.

Dopo averle pulite come indicato, devi trovare una padella dove farle aprire. Puoi adoperare una padella di alluminio, ma andrà bene anche di un altro materiale.

Fai così: versa un po’ divino nella padella, basta un goccio, poi versa le vongole, copri con il coperchio e alza la fiamma. Scuoti la padella senza scoperchiare, fallo più volte, poi controlla, cercando di far uscire meno vapore possibile, se le vongole si sono aperte.

Non appena si apriranno, spegni il fuoco. Ti consiglio di non proseguire troppo la cottura, perché si altererebbero la consistenza e il sapore delle vongole.

 

Spaghetti alle vongole, la preparazione

Ora che hai pulito e aperto i molluschi, puoi passare alla preparazione degli spaghetti alle vongole. Togli le vongole dal loro liquido. Puoi aiutarti con una schiumarola, l’importante è non gettar via il liquido di cottura delle vongole.

Adesso che hai tolto le vongole dal loro liquido, sgusciale lasciandone, però, un quarto con il loro guscio.

Filtra il liquido di cottura con un semplice colino coperto o da una garza e conservalo da una parte. Questo doppio filtro (il colino e la garza) è necessario per eliminare tutte le impurità.

Metti su l’acqua per gli spaghetti, poi cerca una bella e ampia padella dove cuocerai il sughetto e farai saltare la pasta. Versaci 6 o 7 cucchiai d’olio e soffriggi l’aglio (ricorda: due spicchi lasciali interi, e poi li butterai, l’altro spicchio tritalo finemente) e un po’ di peperoncino rosso secco.

Sfuma il soffritto con un po’ di vino bianco, poi unisci il liquido di cottura al soffritto, infine versa le vongole sia sgusciate sia con il guscio.

A questo punto assaggia e decidi se è necessario aggiungere o no il sale.

Adesso dedicati agli spaghetti: devi scolarli molto al dente e terminare la cottura nella padella delle vongole. Se necessario, tieni da parte e usa un po’ d’acqua di cottura degli spaghetti. Qui non si tratta soltanto di saltare la pasta, ma proprio di finire di cuocere gli spaghetti nel liquido delle vongole.

Spolvera generosamente gli spaghetti alle vongole con il prezzemolo fresco tritato e servi subito in tavola. Buon appetito!

 

Spaghetti alle vongole, abbinamento vino

Con gli Spaghetti alle vongole, l’abbinamento vino gira su una molteplicità di bianchi giovani, non troppo strutturati, che abbiano una freschezza in grado di pulire l’untuosità dell’olio.

Ottimo vino è il Podium, un Verdicchio dei Castelli Jesi DOC Classico Superiore di casa Garafoli, a Castelfidardo di Ancona.

Bell’abbinamento anche con un vino campano, giusto per tornare alle origini del piatto. In questo caso, sceglierei una Falanghina, un vino dalla bassa acidità per un abbinamento perfetto.


TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *