Ricetta Crostino toscano, facile da fare in casa

Ricetta Crostino Toscano, cottura ultimata

Ricetta Crostino toscano: cosa c’è di più appetitoso di una fetta di pane abbrustolita spalmata con quella mescolanza saporita e antica composta da fegatini di pollo e altri ingredienti? Fra gli antipasti italiani, i “crostini neri” non possono certo mancare. La ricetta che segue è facile da eseguire anche a casa: quindi, mai più crostini acquistati confezionati in barattolo, ma solo e rigorosamente fatti in casa!

Ricetta Crostino toscano, storia e varianti

Come tante ricette d’origine popolare e contadina, anche la ricetta del crostino toscano ha numerose versioni e ciascuna ricetta rivendica per sé l’originalità.  La Toscana non a caso è la terra dei liberi comuni e dei tanti campanili e ciascuno d’essi ha la propria ricetta, con qualche piccola o grande variante.

Basta sfogliare un paio di ricettari o cercare su google per scoprire che in alcune ricette si utilizzano soltanto i fegatini di pollo, mentre in altre è previsto l’impiego di fegatini di qualsiasi animale da cortile o perfino della milza di bovino; all’olio previsto nella ricetta originale c’è chi aggiunge (o sostituisce) il burro; in alcune, poi, è di rigore il vin santo, ma c’è chi prescrive il vino bianco e chi il vino rosso o il marsala o il cognac o il brandy.

Anche sui vegetali da adoperare non c’è accordo: chi raccomanda la sola cipolla, chi giura che ci vogliono anche sedano e carota, chi invece mette nell’iniziale soffritto uno spicchio d’aglio. E poi i sapori delle erbe aromatiche: chi non mette nulla, chi il prezzemolo, chi altri odori ancora…

 

Ricetta Crostino toscano, gli ingredienti

700 grammi di Fegatini e cuori di pollo
1 Cipolla
2 cucchiai di Capperi
5 filetti di Alici sottolio
Vin Santo o Brandy (mezzo bicchiere scarso)
Brodo di Pollo
Salvia fresca
Olio extravergine di oliva
Burro
Sale
Pepe nero in grani da macinare al momento

Ricetta Crostino toscano, la preparazione

Ricetta Crostino Toscano, fegatini di pollo

1. Ricetta Crostino Toscano: prima di ogni altra cosa, sciacqua in acqua fredda i fegatini di pollo e ponili da una parte mentre prepari il soffritto.

 

Ricetta Crostino Toscana, soffritto con cipolla

2. Trita grossolanamente la cipolla e falla imbiondire in olio extravergine di oliva e burro

 

Ricetta Crostino Toscano, fegatini tritati

3. Trita in modo molto grossolano, a pezzi, i fegatini di pollo e versali nel tegame non appena la cipolla sarà bella e imbiondita.
Aggiungi il sale e mescola delicatamente. Per quel che riguarda il sale, ricorda che fra poco aggiungerai alici e capperi, due ingredienti piuttosto sapidi!

 

Ricetta Crostino Toscano, brandy

4. Fai rosolare i fegatini per un po’, senza tuttavia farli cuocere. Quando prendono colore, alza la fiamma al massimo e versa il brandy. Puoi adoperare anche il Vin Santo (come prescrive tradizione) o il marsala. Fai sfumare, mescolando spesso, e continua la cottura.

 

Ricetta Crostino Toscano, Brodo

5. Dopo aver aggiunto il brandy e fatto sfumare, fai attenzione a che i crostini non si attacchino al fondo della pentola bruciando. Quando ti accorgi che stanno restringendosi troppo, che rischiano di bruciare, aggiungi una bella tazza di brodo di pollo. Non dovrei dirlo, ma se non hai tempo per preparare il brodo di pollo, adopera quello confezionato (Coop o Star o Conad): ti assicuro che il risultato sarà più o meno lo stesso.

 

Ricetta Crostino Toscano, Brodo e Fegatini

6. Adesso che hai aggiunto il brodo, prosegui la cottura a fiamma media. Vai avanti così e intanto prepara capperi e alici.

 

Ricetta Crostino Toscano capperi

7. E’ l’ora dei capperi. Ti consiglio di adoperare quelli sotto aceto, Usane 2 cucchiai. Sciacquali in acqua fredda, poi uniscili ai fegatini.

 

Ricetta Crostino Toscano alici e salvia

8. I fegatini dovrebbero essere cotti. Dopo i capperi aggiungi i filetti di alici sottolio e 3 o 4 foglioline di salvia. Adopera alici di una buona marca, perché altrimenti l’olio in cui sono conservate potrebbe avere un saporaccio e rovinare la ricetta!

 

Ricetta Crostino Toscano, cottura ultimata

9. A questo punto dovresti avere tutto pronto: i fegatini ben cotti con capperi e alici nel tegame, le foglioline di salvia. Insomma, c’è tutto. Macina il pepe nero in grani. Assaggia e regola di sale. Sei pronti per il tritatutto!

Ricetta Crostino Toscano, Tritatutto

10. Su come tritare i fegatini le scuole sono diverse. C’è chi sostiene che i fegatini debbono essere tritati poco, insomma la grana deve rimaner grossa, c’è chi, invece, suggerisce di tritare tutto fino a che non diventi una pasta a grana sottilissima spalmabile.
Fai come credi, noi il tritatutto l’abbiamo mandato a piena forza, riducendo il composto a una crema spalmabile. All’ultimo abbiamo aggiunto un po’ di burro, per rendere il tutto ancor più cremoso.

 

Adesso, poi prendere il pane che preferisci e spalmarlo di questo straordinario composto di fegatini. Per conservarlo in frigorifero (al massimo un paio di giorni) usa un barattolo di vetro e sopra i fegatini metti una striscia d’olio.

Ricetta Crostino toscano, il vino da abbinare

Nella scelta del vino in abbinamento, non puoi non tenere conto che il crostino toscano è un antipasto, quindi deve essere un vino di inizio pasto. Un bianco toscano, quindi, potrebbe andare benissimo. Per chi vuole osare (senza guidare l’auto poi!), ci sono due alternative strepitose: un vino siciliano, uno Chardonnay Laguna Secca Mandrarossa , ma si tratta di un vino che fa 13 gradi e mezzo…

La seconda ipotesi è un rosso toscano, magari pensando ai crostini mangiati nel pomeriggio davanti al camino. In questo caso la scelta potrebbe essere su un vino non popolarissimo ma eccellente, come il Rosso Val Di Cornia (il link conduce a Ebo Val di Cornia 2008, bella bottiglia, 13,5 gradi). Vedi tu quale può essere la scelta migliore…

 

TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *