Pulire le vongole, come fare

pulire le vongole
Pulire le vongole è semplice e facile. Se vuoi sapere come fare, basterà seguire alcune indicazioni. E’ vero che per pulire le vongole spesso ci sono consigli e metodi diversi, ma questo modo ti può evitare di ritrovarti a sgranocchiare sabbia mentre invece vorresti soltanto gustarti le vongole!

Sia che siano vongole allevate o pescate, la pulizia, anzi lo spurgo dalla sabbia, va sempre fatto per avere un prodotto ottimo da usare nelle molteplici ricette dove questo mollusco è protagonista, dalla semplice zuppa ai condimenti per la pasta.

Pulire le vongole: semplice e facile, ci vuole solo un po’ di pazienza…

La sabbia è fastidiosa, ma a volte capita di trovare nel piatto anche pezzetti di guscio o altre piccole cose marine che nulla c’entrano con la vongola. Le vongole, quindi, vanno pulite bene, innanzitutto cominciando con una attenta selezione per eliminare quelle spezzate, quelle aperte e le varie impurità. Quindi, per prima cosa prendi uno a uno i molluschi e inizia col buttare le vongole rotte.
Conclusa la selezione, passa le vongole sotto l’acqua corrente fredda, mescolandole con le mani. Questa operazione va ripetuta due volte, dopo di che lascio i molluschi per un’oretta abbondante a bagno in acqua salata, dentro il frigorifero.
Questo farà sì che le vongole eliminino dal proprio interno la sabbia, insomma dobbiamo cercare di spurgare le vongole dalla fastidiosa sabbia di mare!
Dopo l’ora (e più) trascorsa in frigorifero, le tolgo e le risciacquo ancora 4 o 5 volte, avendo cura di non usare lo scolapasta, perché gli eventuali residui di sabbia non verrebbero eliminati.
Ho cura, invece, di togliere dal recipiente le vongole con le mani, buttare l’acqua, riempire di nuovo il recipiente con acqua pulita, immergervi le vongole, mescolarle e risciacquare ancora.
Per pulire le vongole questo sciacquo e risciacquo lo termino soltanto quando a occhio nudo non vedrò tracce di sabbia nell’acqua: a questo punto le vongole saranno pronte per essere utilizzate in cucina.
TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *