English Breakfast, buongiorno!

English Breakfast? Perché no?: eh sì, perché nel mondo ci sono mille modi diversi per cominciare la giornata. Oggi ti propongo di preparare una colazione all’inglese e, a questo proposito, nella pagina delle Citazioni, potrai trovare questa opinione dello scrittore William Somerset Maugham “l’unico modo di mangiare bene in Inghilterra è consumare un abbondante breakfast tre volte al giorno”.

Colazione all’inglese (Full English Breakfast), di cosa hai bisogno?

La colazione all’inglese è un modo molto ricco e diversificato di regione in regione, di affrontare la giornata., diciamo, comunque, che certi alimenti possiamo ritrovarli sempre.
Se vuoi preparare una English Breakfast ideale, ecco quello che porterai in tavola:
Uova
Bacon
Salsiccia
Fagioli in umido
Pomodori
Pane tostato

 

Colazione all’inglese (Full English Breakfast), come procedere

Come procedere per la nostra English Breakfast? Facile! Scegli innanzi tutto un’ampia padella antiaderente (o in ghisa), dove, uno alla volta, cucinerai tutti gli ingredienti della colazione.

Comincia pure dal bacon, direi che due fette per ciascuno sono più che sufficienti. Il bacon deve essere bello croccante, quindi metti in padella solo una goccia d’olio, lasciando che si cuocia nel suo grasso. Fai rosolare tutti e due i lati delle fettine di bacon, facendo attenzione che siano croccanti ma non bruciacchiate. Quando hai fatto, togli il bacon, mettilo da qualche parte in modo che si mantenga caldo (io lo ripongo in un piatto, coperto di alluminio, che infilo nel fornetto a temperatura minima, giusto per non disperdere il calore).

A questo punto tocca alla salsicetta: adopera quelle sottili di maiale, direi che una a testa è una giusta dose. Cuocile nella stessa padella dove hai soffritto il bacon e mettile in caldo appena pronte.

E’ la volta delle uova (una a testa), anche perché nell’immaginario di tutti l’ English Beakfast è proprio rappresentato da eggs and bacon!
Le uova si possono preparare in molti modi nell’English Breakfast, ad esempio strapazzate o in camicia o col burro o all’occhio di bue. Quest’ultima preparazione è quella che fa per noi. A dire il vero non è così facile come sembra, perché il tuo obbiettivo non è semplicemente quello di cuocere un occhio di bue appena dignitoso, ma di fare in modo che il bianco, cioè l’albume, sia perfettamente cotto, mentre il rosso (il tuorlo) rimanga morbido e un poco liquido.
Il trucco per arrivare a questo risultato è molto semplice e puoi trovarlo qui, nella pagina dei Consigli di cucina di questo blog.
Sala e pepa le uova e poi riponile velocemente al caldo. Rimangono soltanto pomodori, fagioli e pane tostato.

Il pomodoro va tagliato in due, anch’esso soffritto nella stessa padella. Prima aggiungi una noce di burro ed abbi poi l’accortezza di mettere sul fondo della padella la faccia tagliata del pomodoro, così che possa formarsi una crosticina. Appena cotti, riponi anche i pomodori al caldo.

Adesso puoi procedere con i fagioli in umido: il mio consiglio è di adoperare fagioli in umido già pronti come quelli della Heinz o di qualsiasi altra marca (altrimenti puoi farteli seguendo questa ricetta).

Puoi terminare con il pane tostato e il tè English Breakfast e, infine, puoi preparare un grande piatto da portata dove sistemerai tutti i vari componenti della English Breakfast: uova, bacon e pane tostato gli uni accanto agli altri, da una parte fagioli e salsiccia, e i pomodori.

Buona colazione all’inglese!

TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *