Calamaretti alla marinara, ricetta tradizionale

Calamaretti alla marinara

Calamaretti alla marinara: un piatto saporito che è legato alla tradizione culinaria di molte cittadine portuali, dove la pesca è importante non solo per l’economia, ma anche per l’identità collettiva. In questi mesi invernali puoi trovare in pescheria calamaretti e piccoli calamari ottimi da fare in padella con un delizioso sughetto alla marinara. E’ un piatto che si prepara in tutta la riviera marchigiana e rispetta la stagionalità del pescato.

I calamaretti alla marinara sono una ricetta facile da preparare che non richiede particolari ingredienti né particolari attrezzi o utensili, al tempo stessa è una ricetta che dovrebbe essere trattata con grande rispetto, perché ci immerge nella cucina tradizionale di mare, piatti da preparare con poco o nulla in barca.
Con una ricetta simile a questa, i pescatori di Senigallia ci condiscono la pasta, in particolare le linguine, utilizzando sia l’aglio sia la cipolla per insaporire il sugo.

Calamaretti alla marinara: Ingredienti

Per 2 persone

500 g di calamaretti o calamari di piccole dimensioni
4 acciughe salate
Una decina di pomodorini
1 bicchiere di vino bianco secco
2 spicchi d’aglio
1 cipolla piccola
Prezzemolo
Olio extravergine di oliva
Sale
Pepe nero macinato al momento

Calamaretti alla marinara: preparazione

La preparazione dei calamaretti alla marinara comincia con le acciughe: le devi dissalare, quindi puliscile dal sale e mettile in acqua fredda. Adesso passa ai calamaretti: li devi eviscerare e se può servirti dai un’occhiata a questo video:

In un tegame versa 4 cucchiai d’olio, poi unisci la cipolla tritata finemente e gli spicchi d’aglio. Lascia la fiamma a fuoco medio e quando l’aglio inizia a dorarsi (attenzione a non farlo bruciare) e la cipolla diventa trasparente, butta nel tegame le acciughe dissalate e tritate grossolanamente e i pomodorini tagliati a spicchi.

Lascia cuocere per qualche minuto, poi unisci i calamaretti. Alza la fiamma, lascia insaporire e poi spruzza il vino bianco e fallo evaporare a fiamma alta, poi riabbassa il fuoco.

Togli i due spicchi d’aglio e vai avanti con la cottura, sempre a fuoco basso, per una ventina di minuti, aggiungendo sale e pepe a piacere.

A cottura ultimata, spargi un po’ di prezzemolo fresco tritato e servi immediatamente, perché il piatto va servito caldo.

Con i calamaretti alla marinara puoi berci un Bianchello del Metauro o un altro vino bianco non troppo strutturato, fresco, giovane, di pronta beva.

TI E' PIACIUTO? CONDIVIDILO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *